SuperHink – il premio architettonico sostenibile

L’ampio interesse manifestato nei confronti del nostro concorso «SuperHink» e la qualità dei progetti presentati lo dimostrano: il riconoscimento per un costruire all’insegna dell’autenticità si è ormai affermato nel settore, facendosi conoscere tra gli architetti e gli architetti del paesaggio. Da maggio 2024 è possibile inoltrare qui i propri progetti. Il prossimo SuperHink sarà conferito nella primavera del 2025.

 

Il riconoscimento che rende onore al costruire autentico, con la pietra naturale

Come ormai appurato e riconosciuto dalla scena dell’architettura, il SuperHink non è uno fra i tanti premi di architettura esistenti, nel senso classico del termine. Il concorso è unico poiché pone al centro dell’attenzione pubblica i progetti che si distinguono per essere stati realizzati impiegando, con maestria e genialità, un materiale da costruzione carismatico come la pietra. Premessa importante: per partecipare al SuperHink 2025 occorre presentare un progetto in cui la pietra gioca un ruolo chiave e ben visibile.

 

 

Categoria Architettura con la pietra

Di recente, avete realizzato un progetto in cui la pietra naturale è protagonista? Partecipate presentando la vostra opera in questa categoria. Oltre a poter vincere un premio in denaro, del valore di 2500 franchi, potrete beneficiare di un’ampia presenza mediatica.

Categoria Architettura del paesaggio con la pietra

In questa categoria la pietra naturale è ormai una componente assodata. Volete aggiudicarvi il trofeo SuperHink 2025 nella categoria Architettura del paesaggio? Partecipate al concorso! 

Registrati ora per il SuperHink 2025

links
rechts
Ecco tutti i dettagli

Come funziona

  • Le categorie contemplate sono: architettura e architettura d’interni, architettura del paesaggio e progettazione giardini.
  • I progetti inoltrati saranno valutati da una giuria formata da esperti della pietra naturale, membri del consorzio professionale Pro Naturstein.
  • Tutte le aziende che prenderanno parte al concorso riceveranno un certificato.
Condizioni di partecipazione

La partecipazione al concorso SuperHink è del tutto gratuita. Per prendere parte al concorso – il riconoscimento che premia il costruire sostenibile con la pietra naturale – vanno soddisfatte le seguenti condizioni.

  • Termine di inoltro dei progetti realizzati: da maggio 2024 a fine gennaio 2025
  • Un/a collaboratore/trice oppure il/la proprietario/a dell’azienda è architetto/a, architetto/a d’interni, architetto/a paesaggista oppure progettista del verde.
  • I partecipanti presentano un progetto che verte sulla pietra naturale.
  • Nel progetto presentato la pietra naturale deve rivestire un ruolo ben visibile e determinante (ad es. la pietra è stata impiegata per la realizzazione di: facciata, scala, sala da bagno, cucina, parte dell’abitazione, piscina, giardino, elemento del paesaggio ecc.).
  • L’opera deve essere di recente costruzione (il progetto non deve avere più di 3 anni)
  • La pietra naturale deve essere il materiale da costruzione predominante del progetto nella sua interezza.
  • Il progetto deve essere unico e originale.
  • Il progetto deve soddisfare esigenze ecologiche, essere concepito all’insegna della sostenibilità e dei valori che ne conseguono.
  • Per partecipare al concorso lo studio di progettazione deve avere sede in Svizzera.
  • Il titolare dello studio è architetto, architetto d’interni, architetto paesaggista oppure progettista del verde.
  • Ai fini della valutazione da parte della giuria, si richiede una breve descrizione del progetto così come da cinque a sette immagini che illustrano l’opera nell’insieme e mostrano alcuni dettagli specifici. Saranno rese pubbliche le immagini di riferimento dei progetti vincitori, le foto della premiazione e una breve descrizione, realizzata di reciproco accordo, che illustra la genesi dei progetti presentati.
  • L’iscrizione e l’inoltro del progetto devono avvenire in formato digitale.
Riconoscimento, premio in denaro e presenza mediatica

La partecipazione al concorso è ripagata sotto diversi aspetti

Primo premio: premio in denaro e trofeo «SuperHink»

  • Premio in denaro del valore di 2500 franchi per il primo classificato, trofeo «SuperHink» (pezzo unico) e certificato personale a tutte le aziende vincitrici.

Consulenza individuale da parte dei professionisti 

  • Inoltre, a tutte le aziende premiate è data la possibilità di fruire di una consulenza individuale, offerta da uno dei professionisti di Pro Naturstein, in vista della realizzazione del prossimo progetto in cui la pietra sarà di nuovo protagonista.

 

Ampia presenza mediatica

  • Tutti i partecipanti al concorso beneficiano di un’ampia presenza mediatica e hanno la possibilità di farsi conoscere dal vasto pubblico. Soprattutto i vincitori del «SuperHink» saranno fatti conoscere attraverso i più importanti social media e i media specialistici digitali.

Certificato a tutti i partecipanti

  • Tutti i partecipanti al concorso «SuperHink» ricevono un certificato che rende onore all’impegno prestato nella realizzazione del progetto.
Conferimento del premio

Il riconoscimento per un costruire all’insegna dell’autenticità

  • La prossima edizione di SuperHink si terrà nella primavera del 2025 (la data precisa sarà comunicata a dicembre 2024). Il trofeo, dell’altezza di 30 cm e realizzato in pietra naturale, individualmente per ogni vincitore, è stato consegnato in presenza. I certificati di partecipazione sono invece stati inviati per posta.

 

Categoria Architettura

Nella categoria Architettura, il primo premio è stato assegnato allo studio Bruhin Spiess di Aarau. Al 2° e al 3° posto si sono classificati lo studio di architettura Markus Schlempp di Basilea e lo studio Jeannette Geissmann Architekten GmbH di San Gallo. Pro Naturstein rivolge ai vincitori le sue più vive congratulazioni!

Primo Classificato

Bruhin Spiess Architektur: pavimentazione in pietra nel granaio del castello

Il granaio del castello di Wildegg, risanato negli anni 2021/2022, funge ora da spazio museale e sala per eventi. La sala centrale, che un tempo serviva da deposito, è stata oggetto di una trasformazione ad opera dello studio di architettura Bruhin Spiess (www.martinbruhin.com). Nell’intervento, la pietra ha rivestito un ruolo da protagonista. Seguendo la conformazione naturale della roccia, sono state posate 153 lastre originali, provenienti da Mägenwil. Tutte le lastre impiegate sono pezzi unici, di dimensioni irregolari. Il modello per la posa è nato da schizzi frutto di osservazioni e riflessioni attente.

Secondo Classificato

Studio di architettura Markus Schlempp: trasformazione con integrazione di muro storico in pietra

La casa colonica Elfinger, costruita oltre 300 anni or sono, è stata oggetto di una trasformazione. Per i proprietari la casa era diventata troppo grande; il desiderio era quello di affittare la parte abitativa a una giovane famiglia e di risanare la mansarda in modo da ricavarne un appartamento con tutte le comodità, dove poter trascorrere la vecchiaia. Nella realizzazione dell’appartamento lo studio di architettura Markus Schlempp (www.msarc.ch) ha saputo integrare nell’ensemble uno storico muro in pietra calcarea del Giura. La pietra di cava impiegata è di provenienza regionale e contiene alcuni fossili.

Terzo Classificato

Jeannette Geissmann Architektur GmbH: risanamento di una casa storica

La casa d’abitazione, costruita nel 1896 e protetta come monumento storico, si trova a San Gallo, in Ekkehardstrasse. Prima dell’intervento, l’edificio mostrava con evidenza i segni del tempo. Per il risanamento, effettuato nel 2022, la committenza si è rivolta allo studio Jeannette Geissmann Architekten GmbH di San Gallo (www.geissmann-arch.ch). Gli elementi in arenaria, in parte provvisti di ornamenti di stampo neogotico e neorinascimentale, sono stati restaurati in modo accorto da scalpellini locali. La pietra impiegata proviene dalla cava regionale.

Categoria Architettura del paesaggio

In questa categoria, il primo premio è stato conferito all’azienda Stefan Marti Garten AG di Grosswangen. Al secondo e al terzo posto si sono classificate rispettivamente la ditta Grünheit GmbH di Zugo (piazzale in ghiaia con cornice in pietra naturale, Urdorf ZH) e lo studio Schoch Landschaftsarchitektur di Thalwil (sistemazione infrastruttura lacustre Mariahalden, Erlenbach ZH). Pro Naturstein rivolge ai vincitori le sue più vive congratulazioni!

Primo Classificato

Stefan Marti Garten AG: giardini all’insegna della sostenibilità

La Stefan Marti Garten AG, con sede a Grosswangen LU (www.stefanmarti.ch) è specializzata in costruzione giardini. Nella realizzazione delle sue opere, l’azienda utilizza sempre, quando possibile, materiali naturali e di provenienza locale. Anche nell’ambito del «progetto di trasformazione Tschopp» si è posto l’accento sulla sostenibilità. Per i muri e gli elementi frangivista è protagonista l’arenaria (estratta dalle cave Bärlocher), mentre per la pavimentazione lo gneiss di Luserna (Piemonte). 

Secondo Classificato

grünheit gmbh: realizzazione di un piazzale in ghiaia

Per la realizzazione di un piazzale adibito anche a passaggio per i pedoni la Grünheit GmbH di Zugo (www.gruenheit.ch) ha optato per una cornice in pietra naturale, impiegando arenaria di Rorschach e ghiaia Guber. Il risultato convince per la sapiente combinazione di funzionalità ed estetica: la ghiaia in quarzite crea un effetto di espansione, le lastre in arenaria infondono tranquillità, incorniciando l’opera.

Terzo Classificato

Schoch Landschaftsarchitektur: risanamento di un’infrastruttura lacustre

Per regalare un volto nuovo all’area di Mariahalden, un’infrastruttura ubicata sulle sponde del lago, a Erlenbach ZH, è stato necessario risanare il muro di contenimento, realizzato in pietra arenaria, e adattarlo alla nuova configurazione. Muri, scalini, sedute e una fontana sono stati realizzati dallo studio Schoch Landschaftsarchitektur di Thalwil (www.schoch-la.ch), utilizzando arenaria di Bolling, proveniente dal bacino orientale del Lago di Zurigo. Grazie all’impiego di materiali autoctoni è stato possibile creare un alto grado di identificazione.